Omicidio Sacchi: Anastasiya in aula tra lacrime, ‘colpita alla nuca, vidi Luca a terra’ (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – “Quella sera arrivati in via Bartoloni abbiamo salutato Giovanni Princi (già condannato in abbreviato a 4 anni, ndr.) e disse che doveva fare un ‘impiccietto’ con una moto, forse rubata, mise nel mio zaino una busta marrone, tipo quella del pane, con il bordo superiore arrotolato. Nella denuncia – ha aggiunto – dissi che ero andata a casa sua e poi al pub a piedi e non in macchina perché ero convinta che Princi avesse fatto qualcosa nella mia macchina e ho pensato che se era successo quel casino c’era qualcosa che non andava e volevo che io e Luca rimanessimo fuori da questa storia. Non pensavo a Princi, pensavo solo a Luca”. Durante la testimonianza di Anastasiya il padre di Luca Sacchi è uscito dall'aula in lacrime.