Omicidio Sacchi, dubbi sulla versione di Anastasiya: al vaglio gli sms

luca sacchi

Emergono nuovi sviluppi sul caso dell’omicidio di Luca Sacchi: la versione fornita dalla fidanzata Anastasiya Kylemnyk solleva molti dubbi. La ragazza, infatti, aveva rilasciato alcune dichiarazioni poco dopo l’accaduto, ma dovrebbe essere riascoltata dagli inquirenti nelle prossime ore. L’immagine che è stata dipinta della coppia è rosea. Un fidanzamento durato 4 anni e caratterizzato da sogni e progetti. Due ragazzi normali e sereni con la passione per lo sport e l’idea di aprire una palestra insieme. Qualcosa, però, sembra sgualcire questa tenera versione. La notte di mercoledì 23 ottobre, infatti, Luca Sacchi è stato freddato da un colpo di pistola ed è morto.

Omicidio Sacchi, versione di Anastasiya

La fidanzata di Luca Sacchi, Anastasiya Kylemnyk ha rilasciato una prima versione dell’omicidio poco dopo la morte del 24enne. Tuttavia, ancora sotto choc, aveva poi integrato le dichiarazioni con alcune pillole al Tg1 ma verrà presto riascoltata dagli inquirenti. L’immagine rosea dipinta attorno alla coppia, infatti, potrebbe deteriorarsi. La ragazza, infatti, aveva dichiarato che non vi fosse alcun legame tra la droga e la morte di Luca. Ma dalle indagini svolte dalla polizia e dagli interrogatori di Valerio Del Grosso e Paolo Pirino (sospettati per l’omicidio) emerge un quadro diverso. Gli inquirenti analizzeranno nelle prossime ore il telefono della fidanzata di Luca per verificare eventuali scambi di sms tra Anastasiya e i pusher.

La ricostruzione

Valerio Del Grosso, il pusher della zona, era in contatto con Valerio Rispoli che a sua volta era collegato a Giovanni Princi. Quest’ultimo la sera di mercoledì 23 ottobre si trovava al John Cabot insieme a Luca, Anastasiya e Domenico, un altro amico. Valerio Rispoli e Simone Piromalli avrebbero incontrato i tre ragazzi per vendere delle droga. Non appena la fidanzata di Luca mostra il denaro all’interno dello zainetto rosa, però, attira l’attenzione di Del Grosso e Pirino che puntano a rubare il denaro al suo interno. La ragazza aveva parlato di 30 euro, ma dalle indagini sono emersi ben 2000 euro. La dinamica che segue è chiara: la ragazza viene scippata e il fidanzato tenta di difenderla. nella colluttazione viene ucciso.