Omicidio Sacchi, pm: "Anastasiya non collabora"

webinfo@adnkronos.com

Nella richiesta di applicazione delle misure cautelari per l'omicidio di Luca Sacchi si legge che "Anastasiya Kylemnyk dimostra, con la sua sorprendente chiusura ad ogni collaborazione con gli organi investigativi per assicurare alla giustizia gli autori del delitto nei confronti del fidanzato la chiara, predominante volontà di preservare le relazioni criminali acquisite nel mondo della droga con il quale, dunque, non intende recidere i legami". 

Tuttavia, si legge ancora: "La Kylemnyk, se da un lato appare avvezza all'uso di sistemi di comunicazione non intercettabili e di messaggistica istantanea che si auto-elimina, dall'altra, la mancanza di precedenti coinvolgimenti in fatti afferenti gli stupefacenti, depone per un recente inserimento nel mondo dei traffici criminosi come corriere e dunque per la idoneità, sul piano cautelare, della misura dell'obbligo di presentazione quotidiana alla Pg".