Omicidio Sacchi, spunta un video che smentisce la fidanzata

Omicidio Sacchi, spunta un video che smentisce la fidanzata

Grazie a un video girato dalle telecamere di sorveglianza, emergono nuovi dettagli sull’omicidio di Luca Sacchi. Nel video, come riporta Repubblica, si vedrebbe una versione diversa rispetto a quella raccontata da Anastasiya Kylemnyk, la fidanzata del ragazzo ucciso a Roma con un colpo di pistola alla nuca.

LEGGI ANCHE - Omicidio Sacchi, parla l’amico del killer

Nel racconto di Anastasyia ci sarebbero molte incongruenze. La ragazza, infatti, non presenterebbe segni di violenza sul corpo e si fa strada l’ipotesi che non sia mai stata colpita da una mazza da baseball, come da lei riferito. Per questi motivi, come riporta Ansa, la ragazza sarà sentita nuovamente accompagnata da un avvocato.

VIDEO - Ecco la stanza dove è stato catturato Del Grosso

Il video dell’aggressione

Le telecamere di videosorveglianza del negozio di tatuaggi che si trova in via Franco Bartoloni, come riporta Repubblica, avrebbero ripreso la strada di fronte dove si è consumata la tragedia. Nel video, si vedrebbero i due fermati per l’omicidio parcheggiare la Smart in doppia fila alle 22.59. Lo sparo, però, è avvenuto alle 23 e dalle immagini apparirebbe chiaro che non ci sarebbe stato il tempo necessario a un’aggressione.

LEGGI ANCHE - Omicidio Sacchi, il killer chiede scusa

L’ipotesi, dunque, è che si possa essere trattato di una vera e propria esecuzione. Ipotesi confermata anche dall’atteggiamento ambiguo di due possibili complici presenti sul luogo dell’omicidio.

I soldi custoditi nello zaino di Anastasiya, inoltre, potrebbero essere molti di più dei duemila testimoniati dalla ragazza. Secondo Repubblica, la cifra oscillerebbe tra i diecimila e i ventimila euro.