Omicidio stradale a Capodanno, uomo di 73 anni travolto e ucciso

omicidio stradale capodanno

Tragico capodanno a Palermo, segnato da un omicidio stradale proprio nel tardo pomeriggio del 31 dicembre. Il conducente di una Audi Q3 ha travolto un uomo di 73 anni, Salvatore Guercio, in via Ponte di mare. L’uomo alla guida della vettura, di 55 anni, è ora indagato per omicidio stradale.

Omicidio stradale a Palermo il giorno di Capodanno

Stando alle prime ricostruzioni degli inquirenti, al momento dell’incidente la vittima stava attraversando la strada per buttare la spazzatura, intorno alle ore 18 di martedì 31 dicembre. Improvvisamente l’Audi Q3 avrebbe colpito e travolto Salvatore Guercio. L’uomo è morto in ospedale poco dopo la mezzanotte a causa delle gravi ferite riportate nell’impatto. A nulla è valso il tempestivo intervento del personale medico del 118, sopraggiunto immediatamente nel luogo dell’incidente.

Il conducente, che ora rischia l’accusa di omicidio stradale, non avrebbe visto l’uomo in mezzo alla strada anche a causa della scarsa illuminazione di quel tratto stradale. Ancora da accertare invece la velocità dell’auto al momento dell’incidente.

Il 2019 si chiude così con un ennesimo caso di omicidio stradale, dopo quello delle giovanissime Gaia e Camilla. Le ragazze, entrambe di 16 anni, hanno perso la vita dopo esser state investite mentre cercavano di attraversare la via di Corso Francia a Roma. Alla guida dell’auto incriminata Pietro Genovese, figlio del regista Paolo Genovese. Il ragazzo, che si trova agli arresti domiciliari, dovrà presentarsi proprio oggi, 2 gennaio 2020, davanti al Pubblico ministero per l’interrogatorio.