Omicidio-suicidio o messinscena? Protosenya impiccato, moglie e figlia accoltellate

·2 minuto per la lettura
morto Spagna oligarca russo
morto Spagna oligarca russo

Morto impiccato in Spagna l’oligarca russo Sergey Protosenya: i corpi di moglie e figlia sono stati rinvenuti all’interno dell’abitazione di famiglia ormai privi di vita.

Morto in Spagna l’oligarca russo Sergey Protosenya insieme a moglie e figlia

L’oligarca russo Sergey Protosenya è stato trovato morto insieme alla moglie e alla figlia di 18 anni in Spagna. I cadaveri delle due donne si trovavano all’interno dell’abitazione del magnate del gas situata a Lloret De Mar mentre l’uomo si sarebbe impiccato all’esterno. A quanto si apprende, la stampa locale ha riportato l’accaduto sostenendo l’ipotesi di un omicidio-suicidio. Ciononostante, le forze dell’ordine non escludono che possa trattarsi di un’esecuzione con conseguente messinscena dell’omicidio-suicidio.

I corpi senza vita della famiglia Protosenya sono stati scoperti nel tardo pomeriggio di martedì 19 aprile. Le autorità spagnole sono state contattate dal figlio dell’oligarca russo che risiede in Francia. L’uomo, non riuscendo a mettersi in contatto con i genitori, ha deciso di contattare le forze dell’ordine e sollecitare un controllo.

A quanto si apprende, Sergey Protosenya aveva un patrimonio di oltre 400 milioni di euro. Dopo aver conseguito la laurea in Ingegneria Civili all’Università di Mosca, è stato vicepresidente del consiglio di amministrazione della società di gas naturale Novatek per sette anni.

Omicidio-suicidio o messinscena? Protosenya impiccato, moglie e figlia uccise a coltellate. Analogie con il caso Avayev

In seguito al ritrovamento dei cadaveri, sulla base di quanto riferito nei report della polizia, pare che la moglie dell’oligarca russo, Natalya, 53 anni, e la figlia Maria, 18 anni, siano state ripetutamente accoltellate fino al sopraggiungere della morte. I corpi delle due donne sono stati abbandonati all’interno della casa della famiglia Protosenya, sulla Costa Brava.

Il cadavere di Sergey Protosenya, invece, si trovava all’esterno dell’abitazione, impiccato a un albero.

Le autorità spagnole stanno indagando sull’accaduto al fine di comprendere se si sia trattato di un omicidio-suicidio oppure di una messinscena.

La vicenda si è verificata pochi giorni dopo un altro misterioso decesso che ha avuto come protagonista l’oligarca russo, ex vicepresidente della Gazprombank ed ex funzionario del Cremlino Vladislav Avayev. L’uomo, 51 anni, è stato rinvenuto morto nel suo appartamento di Mosca dalla figlia di 26 anni insieme alla moglie Yelena, 47 anni, e alla figlia Maria, 13 anni. Anche in questo caso, si ipotizza un omicidio-suicidio.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli