Omicidio Vannini, la nuova vita di Martina: dal carcere alle visite del fidanzato

Omicidio Vannini, la nuova vita di Martina: dal carcere alle visite del fidanzato (Foto Facebook)
Omicidio Vannini, la nuova vita di Martina: dal carcere alle visite del fidanzato (Foto Facebook)

Martina Ciontoli in carcere ha iniziato una nuova vita. Per l'omicidio di Marco Vannini, suo ex fidanzato, la giovane è stata condannata a nove anni e quattro mesi di reclusione, come la madre e il fratello Federico. Il padre Antonio Ciontoli, invece, dovrà scontare 14 anni di reclusione.

VIDEO - Caso Vannini, le tappe di una tragedia

Marco Vannini è stato ucciso a soli 20 anni nella notte tra il 17 e il 18 maggio 2015, nella casa dei Ciontoli, a Ladispoli. Resta il giallo sulla morte del giovane e alcuni dubbi rimangono senza risposta, forse per sempre. Per la tragica scomparsa di Vannini è finita dietro le sbarre l'intera famiglia Ciontoli. Dopo il fidanzamento con Marco, Martina Ciontoli ha trovato un nuovo amore e in carcere ha ripreso a studiare.

LEGGI ANCHE: Vannini: confermate in Cassazione le condanne alla famiglia Ciontoli

I Ciontoli sono detenuti nel carcere di Rebibbia, ma in reparti diversi. Martina è stata trasferita nel "reparto orchidea", dove sono recluse "le detenute più tranquille, quelle che non creano problemi, che non hanno problemi di tossicodipendenza, un altro mondo", fa sapere la Repubblica. La giovane ha a disposizione anche il balcone e la lavanderia.

Il nuovo fidanzato va a farle visita in carcere e spesso vengono visti scambiarsi baci. "Fanno tenerezza. Si vogliono bene", raccontano le altre detenute al quotidiano.

LEGGI ANCHE: Omicidio Vannini: per la Cassazione Ciontoli "spietato" nascose l'accaduto

Non solo: all'interno del penitenziario romano Martina Ciontoli ha ricominciato a studiare e ha iniziato a lavorare nel laboratorio di un operatore di telecomunicazioni che opera nel settore della banda ultralarga wireless.

LEGGI ANCHE: Omicidio Vannini, i genitori di Marco: "Giustizia è fatta"

Antonio Ciontoli, invece, si trova a "Rebibbia nuovo complesso". Federico, fratello di Martina, è detenuto a "Rebibbia reclusione". La madre, come sua figlia, è stata collocata all'interno di "Rebibbia femminile".