Omicron 5, parla Antonella Viola: "Si deve lavorare sulla quarta dose"

Antonella Viola
Antonella Viola

Dopo due anni dall’inizio della pandemia Covid, la situazione non è ancora stata risolta. Nonostante il grande lavoro degli esperti e dei governi di questi ultimi mesi, il Coronavirus torna ad alzare la voce, con i contagi che sono nuovamente in risalita. L’immunologa Antonella Viola suggerisce come ci si dovrebbe comportare sul fronte delle vaccinazioni.

Antonella Viola, le parole su Omicron 5: cosa sta succedendo

Da qualche tempo, ormai, le sottovarianti del Covid la fanno da padrone. In particolare, nelle ultime settimane è Omicron 5 a dominare sulle altre: la responsabile della nuova risalita dei contagi. Antonella Viola, immunologa dell’università di Padova, ha descritto la situazione su Facebook: Con il dilagare della variante Omicron BA.5 rischiamo di trovarci impreparati. In Usa il secondo richiamo è autorizzato per gli over 50, in Francia per gli over 60. Da noi bisogna avere più di 80 anni, lasciando così fuori molte persone a rischio di malattia con severità medio-alta. Se vogliamo evitare di far crescere ricoveri e decessi, bisogna allargare la fascia di popolazione autorizzata alla quarta dose.”

La campagna vaccinale

Il segreto, quindi, è sempre quello: bisogna tornare a puntare forte sulla campagna vaccinale. La Viola ne è sicura: I dati ormai sono solidi e dimostrano senza dubbi che negli over 60 la quarta dose è efficace nel prevenire malattia severa. Ma bisogna agire adesso.”

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli