Omicron, allerta del Ministero: "Elevata velocità di trasmissione del virus nel Paese"

·1 minuto per la lettura
Rome. Gatherings in the center. between Piazza del Popolo and Via del Corso. (Photo by: Riccardo De Luca/AGF/Universal Images Group via Getty Images) (Photo: AGF via Getty Images)
Rome. Gatherings in the center. between Piazza del Popolo and Via del Corso. (Photo by: Riccardo De Luca/AGF/Universal Images Group via Getty Images) (Photo: AGF via Getty Images)

L’Italia si trova “in fase epidemica acuta, caratterizzata da una elevata velocità di trasmissione del virus SarsCoV2 nella maggior parte del paese”. Così la circolare del ministero della Salute ’Rafforzamento delle misure organizzative per la gestione dell’attuale fase epidemica’.

Nel raccomandare la “tempestiva attivazione a livello regionale di tutte le misure organizzative per fronteggiare un eventuale incremento anche sostenuto della domanda di assistenza sanitaria”, la circolare allerta anche rispetto ad “ulteriori impatti epidemiologici ed assistenziali potenzialmente correlati alla maggiore diffusione” della variante Omicron.

Nelle ultime otto settimane sul territorio nazionale sono stati registrati rapidi incrementi dell’incidenza, che ha ormai raggiunto i 241 casi/100.000 e del tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva (9,6%) e nelle aree mediche (12,1%), mentre si mantengono stabilmente e significativamente al di sopra della soglia epidemica sia l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici (1,13) che l’indice di trasmissibilità basato sui casi con ricovero ospedaliero (1,09), come si legge ancora nell’ultima circolare che il ministero della Salute ha inviato alle Regioni, “alla luce dell’attuale andamento epidemico e degli ulteriori impatti epidemiologici ed assistenziali potenzialmente correlati alla maggiore diffusione della variante Omicron, le cui caratteristiche in termini di trasmissibilità, gravità della malattia e sensibilità ai vaccini attualmente in uso - si spiecifica - non sono ancora chiaramente definite”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli