Omicron potrebbe avere un periodo di incubazione più breve: circa 72 ore

·2 minuto per la lettura
Digital generated image of COVID-19 cell in shape of OMICRON sign  surrounded by viruses on white background. (Photo: Andriy Onufriyenko via Getty Images)
Digital generated image of COVID-19 cell in shape of OMICRON sign surrounded by viruses on white background. (Photo: Andriy Onufriyenko via Getty Images)

La variante Omicron può avere un periodo di incubazione più breve rispetto alle varianti del Coronavirus precedenti: circa 72 ore. Lo evidenzia uno studio condotto dal Centers for Disease Control and Prevention e pubblicato sul New York Times.

La ricerca è stata condotta in Nebraska, pochi giorni prima che gli Stati Uniti registrassero il primo caso confermato della variante Omicron, rilevato il primo dicembre in California. I funzionari sanitari hanno esaminato sei probabili casi di infezione da Coronavirus all’interno di una famiglia, tra cui un uomo di 48 anni non vaccinato che era tornato di recente da una conferenza in Nigeria. I soggetti avevano tra gli 11 e i 48 anni. Il 2 dicembre, il Nebraska Public Health Laboratory ha identificato la variante Omicron come la causa principale di infezione in tutte e sei le persone. Solo un membro della famiglia era completamente vaccinato e tutti tranne uno erano stati contagiati nel 2020.

Dallo studio è emerso che potrebbero volerci solo tre giorni prima che le persone sviluppino sintomi, diventino contagiose e risultino positive, rispetto ai quattro-sei giorni con le infezioni Delta e a quelle causate dal coronavirus originario. I membri della famiglia hanno manifestato sintomi lievi, ma secondo gli scienziati non è ancora chiaro se la sintomatologia lieve sia associata all’immunità sviluppata dai soggetti con la loro prima infezione oppure a caratteristiche cliniche alterate tipiche di Omicron. Gli esperti hanno scritto:

“Le cinque reinfezioni, inclusa una dopo la vaccinazione completa, potrebbero essere spiegate dalla diminuzione dell’immunità, dal potenziale di evasione immunitaria parziale da parte di Omicron o da entrambi”.

Anche uno studio condotto in Norvegia, che ha esaminato un ampio gruppo di individui infettati dalla variante a una festa di Natale a Oslo, ha suggerito che il periodo di incubazione era di circa tre giorni. Non è ancora chiaro, invece, per quanto tempo le persone rimangano contagiose con Omicron.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli