Omofobia: Cirinnà, 'Agorà e dialogo per ok a ddl zan, Iv sia coerente'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 12 mag. (Adnkronos) – "Tre Agorà democratiche per riaffermare la forza dei diritti e l'importanza di arrivare all'approvazione del ddl Zan contro i crimini d'odio. Al Senato, a partire dal presidente Ostellari, si costruisca un dialogo serio e non ideologico". Così la senatrice del Pd Monica Cirinnà, responsabile Diritti del Pd, intervistata a Radio Immagina ricordando gli appuntamenti del 14 maggio a Milano, del 21 a Palermo e del 28 a Padova.

"Dobbiamo partire da un semplice assunto: stiamo discutendo di una legge contro i crimini d'odio ha aggiunto – Se dovessimo escludere alcune categorie di persone da queste tutele, come avverrebbe se si dovesse togliere la dicitura identità di genere, allora avremmo fallito l'obiettivo principale di questo testo che è quello di proteggere tutte le categorie dei discriminati, cioè combattere l'omotransfobia, la misoginia e l'abilismo che colpisce i diversamente abili".

"In commissione Giustizia c'è il presidente Ostellari che è della Lega ed ha tutto l'interesse ad affossare il testo, ma noi faremo un grande lavoro per trovare i voti per giungere all'approvazione. A partire da quelli di Italia viva, visto che alcuni degli emendamenti approvati alla Camera e riportati nel testo erano stati proposti proprio dal loro gruppo. Mi auguro prevalga la coerenza".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli