Omofobia: Cirinnà (Pd), 'Italia tradita da politica meschina e calcoli di bassa lega'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 27 ott (Adnkronos) – "In politica si vince, e si perde. Oggi, però, non perdono Monica Cirinnà, Alessandro Zan o il Partito democratico. Oggi perde l’Italia, e perdono le tante persone che aspettavano riconoscimento e tutela: tradite da una politica meschina, che agisce solo sulla base di calcoli tattici di bassa lega". Lo dice Monica Cirinnà, responsabile Diritti del Pd.

"Il voto al Senato ha fatto chiarezza, però, ed è stato giusto chiederlo già oggi: perchè ora sappiamo chi è per i diritti, senza esitazioni e senza timidezze; e chi mette la vita delle persone nel tritacarne dei pregiudizi e degli interessi di bottega. Questa chiarezza serva per il futuro perchè non ci fermeremo qui. Nel Paese è ormai profonda la consapevolezza che l’eguaglianza non è una promessa vuota, ma un dovere ineludibile", conclude Cirinnà.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli