Omofobia: Faraone, 'si cerchi intesa altrimenti accadrà come con i 101 su Prodi'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 7 lug. (Adnkronos) – “Continuo ad essere convinto che l’intesa si possa trovare nonostante lo scontro a cui ci hanno costretto. Devo però dire che ieri abbiamo assistito ad un passo in avanti significativo con la proposta di Ostellari mentre dall’altra Pd e 5S hanno continuato a contrapporre un muro: ora, se si va a votare così si rischia l’affossamento. Dobbiamo ricordarci ogni minuto che parliamo solo dei diritti negati di quelle persone che subiscono discriminazioni omotransfobiche e non di Quirinale o di altri giochetti retroscenistici. Esiste un gravissimo vuoto normativo e serve una legge che nessuno può assicurare senza intesa, con il voto segreto si rischia il Vietnam in Aula: vi ricordo i 101 di Prodi". Lo ribadisce Davide Faraone, capogruppo Iv al Senato ai micrfofoni di Radiouno.

"Molti colleghi dei 5S e del Pd -afferma- hanno espresso dubbi sulla scia delle osservazioni di costituzionalisti come Flick, Fiandaca e Mirabelli, non proprio degli omofobi. Sarebbe da irresponsabili affidare il destino di una legge sui diritti ad un terno al lotto: blindiamola e facciamola approvare in tempi rapidi".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli