Omofobia, Fi divisa su mandato a relatore: sempre libertà coscienza

Pol/Vep

Roma, 30 lug. (askanews) - Forza Italia si divide, in commissione Giustizia alla Camera, nella votazione finale per conferire il mandato al relatore sulla legge Zan sull'omofobia. Secondo quanto viene riferito il deputato azzurro Andrea Orsini ha votato no al mandato al relatore per l'aula - il deputato del Pd Alessandro Zan - spiegando che "Forza Italia, proprio in quanto forza liberale non può sottoscrivere una legge che per combattere le discriminazioni limita le libertà, compresa la libertà di criticare uno stile di vita e di proporre un modello diverso". Secondo Orsini, infatti, "l'esercizio di tale libertà non può essere subordinato alla discrezionalità di un giudice". A sostegno di questa tesi Orsini ha richiamato le posizioni espresse da Berlusconi e dal Gruppo di Forza Italia e ha ricordato che comunque Fi garantisce sempre libertà di coscienza e di dissenso ai suoi parlamentari su questa come su tutte le materie etiche.

In dissenso dalla posizione espressa da Orsini sono intervenuti i deputati Enrico Costa, capogruppo in Commissione Giustizia e Giusi Bartolozzi. Costa, dando atto di parlare in questo caso a titolo personale, ha ricordato come l'approvazione di un emendamento di Forza Italia che correggeva in senso restrittivo il margine di applicabilità della legge consentisse a suo avviso un voto di astensione. Al momento della votazione, dunque, Costa si è astenuto mentre Bartolozzi ha lasciato l'aula.

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.