Omofobia: Malan, 'madre protesta per lezioni Lgbt, voti più bassi al figlio' (3)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – La maestra, sempre secondo il racconto di Malan, "avrebbe risposto" che il tema è stato affrontato "dietro una 'forte richiesta da parte di alcuni alunni' della classe, 'trattato in maniera soft, ponendo l'attenzione sul rispetto della diversità' ex articolo 21 della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea".

Tuttavia, si legge sempre nell'interrogazione, "il figlio non avrebbe confermato che alcuni alunni avessero richiesto di trattare la tematica Lgbt". La mamma così chiede e ottiene "un colloquio con il rettore della scuola, professoressa G.G.", che difende "acriticamente l'operato delle insegnanti del figlio, responsabili di quel 'lavoro' in classe sulle tematiche Lgbt".

Arriva il termine dell'anno scolastico e della quinta classe e al momento del ritiro della pagella L. trova "penalizzati tutti i suoi voti finali: il sospetto della madre -denuncia Malan- è che la scuola si sia voluta rivalere sul figlio, ingiustamente penalizzandolo nella valutazione finale a causa delle sue rimostranze verso quella lezione trattante tematiche Lgbt".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli