Omofobia: Maraio e Nencini, 'modifiche ad articolo 4 e 7 ddl Zan, poi fiducia in terza lettura'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 24 giu. (Adnkronos) – "C’è un modo per garantire l’approvazione della legge" contro l'omofobia "mantenendone integro il contenuto e precisando al contempo le garanzie di libertà da taluni ritenute troppo vaghe all’articolo 4. I capigruppo di maggioranza di Senato e Camera concordino la modifica dell’articolo 4 e dell’articolo 7, il Senato approvi rapidamente il testo corretto con l’impegno che Montecitorio farà altrettanto prima della chiusura estiva delle due Camere. A garanzia del percorso pattuito, il Governo potrebbe addirittura porre la fiducia in terza lettura (è già avvenuto di recente con il governo Renzi su questioni inerenti i diritti civili)”. Lo propongono il presidente della commissione Istruzione e cultura del Senato, Riccardo Nencini, e il segretario del Psi, Enzo Maraio.

“È la strada maestra -aggiungono- per mettere in chiaro le zone in ombra. Chi sostiene di non voler affossare la legge ma pretende solo di modificarla per precisarne i punti inesatti verrebbe accontentato. Se diversamente si trattasse di escamotage, allora l’appello alla sovranità dell’Aula con la rapida calendarizzazione della legge sarebbe inevitabile”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli