Omofobia: Renzi, 'legge su diritti civili c'è perchè ho messo fiducia e per voti destra'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 7 lug (Adnkronos) – "Una legge sui diritti civili in questo Paese c’è perché io ho messo la fiducia. L’ho fatta prendendo i voti della destra di Alfano e Verdini, perché senza di loro non ci sarebbero stati i numeri. Di Maio e i Cinque Stelle, infatti, come al solito, all’ultimo minuto si tirarono indietro". Lo scrive Matteo Renzi nella sua ultime enews.

"La Lega ha fatto ieri con il senatore Ostellari una proposta che la fa uscire dall’ostruzionismo: è un punto di partenza sul quale si può lavorare e trovare un accordo. Come pure l’accordo è a portata di mano sul testo di Ivan Scalfarotto. Andando al muro contro muro, invece, può darsi che la legge salti all’ultimo miglio, affossata a scrutinio segreto", spiega il leader di Iv.

"Io penso che convengano a tutti equilibrio, prudenza e buon senso. Noi vogliamo la legge. C’è una maggioranza amplissima per votare la legge. La legge rischia di essere affossata solo da chi si impunta sulle proprie bandierine: quando si fanno le leggi bisogna essere pronti ad accogliere anche le opinioni degli altri. Voler imporre agli altri il proprio testo, senza aprirsi al dibattito, è la cosa meno democratica che possa fare un parlamentare", sottolinea Renzi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli