Omofobia: Renzi, 'muro contro muro scelta suicida che ha distrutto il Ddl Zan'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 29 ott (Adnkronos) – Sul Ddl Zan "in Senato non c'era la maggioranza e cosa fai quando non hai i numeri? Cerchi di fare un accordo. E' da maggio che chiediamo un'intesa". Matteo Renzi, in un video suo social, ha ricostruito la vicenda che ha portato alla tagliola sul Ddl Zan.

"Siccome i numeri non c'erano ho cercato disperatamente di trovare una soluzione. Finite le amministrative Letta è stato molto gentile, va da Fazio e mi manda un messaggino: 'Apro', lavoriamoci insieme'. Ho detto ci siamo. Questo accadeva domenica -ha raccontato Renzi-. Mi sono fatto carico di chiamare tutti per avvisare, o si fa l'accordo prima di mercoledì o al voto segreto può succedere di tutto. Niente. Martedì, alla riunione al Senato, Zan e gli esponenti Pd e 5 stelle hanno detto, questo è il testo prendere o lasciare. Hanno detto, muro contro muro. Bravi, con questa scelta suicida avete distrutto il Ddl Zan".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli