Omofobia: Scalfarotto, 'lavorare a un accordo, l’apertura della Lega è una novità'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 6 lug (Adnkronos) – Nel testo del Ddl Zan "manca del tutto una copertura per le persone trans, ed è veramente un enorme problema, ma per la prima volta la Lega parla di allargare la legge Mancino almeno ai reati fondati sull'orientamento sessuale. È certamente una novità sostanziale che non può essere ignorata. Ora abbiamo dinanzi due strade: o andare in aula incrociando le dita, come ha detto Zan, o lavorare a un accordo per portare a casa la legge". Lo ha detto Ivan Scalfarotto a RaiNews24.

"Il mio timore è chiudere un’altra legislatura senza che ci sia una legge contro l’omotransfobia. Confido che il Pd colga questa opportunità storica, il testo Zan è certamente un ottimo testo, ma senza avere una maggioranza solida in aula si rischia di non approvarlo mai -ha aggiunto. È assolutamente necessario trovare una formula che copra i reati che colpiscono tutta intera la comunità LGBT+ che aspetta, da troppo tempo, una norma che la tuteli".

"Prima di limitarci a incrociare le dita e tentare la sorte, abbiamo il dovere di lavorare per ridurre al minimo i rischi e approvare una legge che sia in condizione di offrire a tutte e a tutti piene garanzie contro i crimini d’odio”, ha concluso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli