**Omofobia: stallo sul Ddl Zan, all'orizzonte anche rischio rinvio a dopo l'estate** (2)

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – (Adnkronos) – Ma il punto è che ogni partito è alle prese con delle 'grane' interne e nessuno è pronto a mettere la mano sul fuoco sul comportamento dei singoli senatori al momento del voto. I 'malpancisti' appaiono ben distribuiti, che si tratti di seguire le indicazioni di votare sì o no. Nel Pd e anche nel M5s si continua a parlare di 4-5 senatori dubbiosi. Molti dem sono usciti allo scoperto anche oggi (Margiotta, Vattuone, Iori), confermando però il proprio sostegno. Stesso discorso vale per Forza Italia. Ma anche in Iv un paio di esponenti sarebbero fuori linea. A palazzo Madama chi sta tenendo i conti con il pallottoliere non esclude che al momento del voto, comunque, saranno diverse le assenze nei vari schieramenti.

In questo contesto il vero colpo di scena potrebbe arrivare dagli aspetti più tecnici e procedurali. Martedì, lo ha detto Renzi, al suo approdo in aula il Ddl Zan troverà le pregiudiziali di costituzionalità. Da discutere e votare. Il provvedimento, come è noto, è senza un relatore. Bisognerà individuarlo e, poi, dare un termine per la presentazione degli emendamenti, che vanno discussi e votati. Se saranno tanti (migliaia?) ci vorrà molto tempo. La prossima settimana dovrebbe quindi passare così. Mercoledì, inoltre, è in calendario in aula il voto sul Cda Rai.

Si arriva quindi al 20 luglio. A palazzo Madama sono attesi tre decreti in scadenza, da votare entro la pausa estiva. Come il Sostegni bis, che scade il 24 luglio. Sarà determinante, per avere delle indicazioni, la prossima Conferenza dei capigruppo che potrebbe tenersi martedì mattina. Ma "è possibile che si arrivi al voto sul Ddl Zan solo dopo l'estate", si sbilancia un altro senatore esperto. Ovviamente, tutto cambierebbe in caso di un accordo politico. Altrimenti, per rubare una chiacchiera da Transatlantico, quando sarà si andrà in aula e "o la va o la spacca".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli