Omofobia: Valente (Pd), 'mai nascosto contrarietà ma mio voto non in discussione'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 7 lug (Adnkronos) – "C'è qualcuno che specula in modo misero sulla tenuta del Pd, ipotizzando franchi tiratori nel gruppo dei Dem sui voti al Ddl zan. Non è la prima volta che accade. Giochi di palazzo a cui alcuni si dedicano troppo di frequente. Anche questo contribuisce purtroppo a un dibattito tutto mediatico e per nulla di merito". Lo dice la senatrice del Pd Valeria Valente.

"La mia posizione è da tempo netta e chiara. Non ho mai nascosto le mie contrarietà su alcuni punti di quel testo così come sul metodo scelto, esprimendole forse insieme a pochi altri, sin dalla prima lettura alla Camera -prosegue Valente-. Con altrettanta chiarezza ho però detto che mi atterrò a tutte le indicazioni di voto del mio gruppo perché in questo momento si è azzerato lo spazio per un confronto di merito, soprattutto a causa delle strumentalizzazioni e le furbizie che le forze di centrodestra hanno messo in campo in questi mesi".

"Se ci sarà spazio per una mediazione sul merito sarò felice in quanto senatrice di dare il mio contributo, per ora in questo quadro, ritengo che anche esprimere un solo voto in dissenso dal mio gruppo di appartenenza rischierebbe di alimentare ambiguità e confusione, di cui francamente non se ne sente proprio il bisogno", conclude.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli