Oms: aperti a ipotesi coronavirus in Italia prima a dicembre

Dmo

Roma, 22 giu. (askanews) - Le ipotesi avanzate dagli scienziati italiani in base allo studio delle acque di scarico di due citt italiane (Milano e Torino) contenenti tracce di coronavirus a dicembre, molto prima del primo caso di contagio confermato, sono interessanti ed importante restare aperti a qualsiasi nuova evidenza scientifica. Lo ha detto il direttore esecutivo per il programma emergenze dell'Oms, Mike Ryan.

Esiste la possibilit che il virus circolasse nel nord Italia prima che chiunque lo ipotizzasse, ha detto Ryan. Quello che non chiaro, ha aggiunto, il livello di presenza o potenziale presenza del coronavirus nell'ambiente prima dell'importazione in una modalit che possa avere contribuito alla diffusione a livello di comunit.