Oms chiede a Stati e case farmaceutiche a dare più vaccini a paesi poveri

·1 minuto per la lettura
Il logo Oms presso la sede centrale a Ginevra

GINEVRA (Reuters) - La pandemia da Covid-19 viene prolungata da una "iniquità scandalosa" nella distribuzione dei vaccini.

Lo ha detto il direttore generale dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms), Tedros Adhanom Ghebreyesus.

Nel corso dell'assemblea annuale, Tedros ha chiesto agli Stati di donare dosi di vaccini al programma Covax, per inoculare il 10% della popolazione di tutti i paesi entro settembre e il 30% entro fine anno.

Tedros ha anche invitato i produttori di vaccini a riconoscere al Covax il diritto di prelazione sulle nuove produzioni o di destinare al programma il 50% della produzione di quest'anno.

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli