Oms: misure draconiane rallentano coronavirus, non lo fermano

Mos

Roma, 17 mar. (askanews) - Le misure radicali, come quelle adottate da diversi paesi europei come l'Italia, possono rallentare la pandemia del nuovo coronavirus ma non fermarla. L'ha affermato oggi il direttore della sezione europea del'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) Hans Kluge in un'intervista all'agenzia di stampa France Presse.

"Gli interventi draconiani non permettono probabilmente di fermare, ma piuttosto di rallentare" i contagi, ha detto Kluge. "Il virus è là, bisogna contenerlo in seno alla società", ha aggiunto, spiegando che ogni governo europeo dovrà trovare misure "equilibrate" e "durevoli" sul piano sociale ed economico per proteggere la popolazione.

La regione - ha detto ancora Kluge - deve poter ridurre la trasmissione, ma "è insensato che la gente per la strada cammini con maschere". E; inoltre, ha precisato che "i bambini non sono stati il motore dell'epidemia", pur essendo "comprensibile" che tra le misure di distanziamento sociale ci sia stata la chiusura delle scuole.