OMS predica buon senso, ma non esiste una nuova emergenza Covid

OMS predica buon senso, ma non esiste una nuova emergenza Covid

Diversi paesi europei stanno registrando un aumento significativo delle nuove infezioni da Covid-19 quando la maggior parte di questi paesi non ha misure in vigore. C'era la sensazione che la pandemia fosse finita, ma i dati mostrano che la situazione è molto diversa. Il direttore regionale dell'Oms per l'Europa, Hans Kluge, dice a Euronews che non si dovrebbero posticipare le vacanze ma usare un po' di buon senso.

Hans Kluge: ''Non dobbiamo accontentarci. Ciò non significa che le persone debbano sospendere le vacanze, assolutamente no, ma dobbiamo proteggere i più vulnerabili, vaccinarci e fare un richiamo. Nei paesi in cui c'è un forte aumento in ambienti chiusi e affollati con una ventilazione non buona, ha senso indossare una maschera per proteggersi. Sappiamo anche che c'è una tempistica, un paio di settimane dopo l'aumento dei casi, i ricoveri aumentano, ma anche in questo caso non dovremmo spaventare la gente a non andare in vacanza ma usare del buon senso''.

La pandemia ha colpito in modo significativo la salute mentale degli europei. La guerra in Ucraina sta mettendo ulteriore pressione ora.

Continua Hans Kluge:  ''L'Europa non ha dovuto far fronte a una guerra su larga scala dalla seconda guerra mondiale. E le persone sono ansiose. Sono preoccupate per l'impatto su se stessi, perché è sempre più difficile per le persone pagare per il carburante, pagare beni di base, i politici devono prendere questa situazione molto molto sul serio e concentrarsi sui più vulnerabili nella nostra società. Perché già durante il covid-19 abbiamo assistito a fratture sociali, e poi estremismo politico, dobbiamo (perseverare) persistere e proteggere le persone''.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli