Oms: "Se continua così altri 500mila morti in Europa entro febbraio"

·1 minuto per la lettura

"L'Europa è di nuovo l'epicentro della pandemia". E' l'allarme lanciato dal direttore per l'Europa dell'Oms, Hans Kluge, manifestando in conferenza stampa la preoccupazione dell'agenzia Onu per il ritmo nuovamente sostenuto di contagi da Covid nel Vecchio Continente.

"Se continua così, potremmo avere un altro mezzo milione di vittime a causa del Covid in Europa e Asia entro il primo febbraio del prossimo anno, e 43 Paesi europei dovranno affrontare una pressione estrema sui posti letto in ospedale". Kluge ha inoltre esortato a mantenere o reintrodurre le misure di contenimento del Covid e a continuare le vaccinazioni.

L'Ema parla di "quarta ondata in Europa": "La situazione epidemiologica del Covid in Europa è molto preoccupante. E' di assoluta importanza che tutti si vaccinino, perché nessuno é protetto fino a quando tutti non saranno protetti. Occorre seguire tutte le precauzioni con attenzione". 

GUARDA ANCHE - Oms, in Europa rischio mezzo milione morti entro febbraio

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli