Oncoematologia, al via corsa ciclistica per fondi progetto 'Mobilità sociale'

featured 1645286
featured 1645286

Roma, 5 set. (Adnkronos Salute) – Parte oggi da Boudry (Svizzera) per arrivare il 7 settembre a Marsiglia (Francia), insieme alle squadre di Austria e Svizzera, il team italiano composto da 9 dipendenti di Bristol Myers Squibb (Bms) che partecipa alla ‘Country 2 Country 4 Cancer’, l’evento ciclistico di beneficenza organizzato dall’azienda farmaceutica e finalizzato alla raccolta fondi per la ricerca sul cancro e per supportare le organizzazioni della 'Union for international cancer control' (Uicc). La tappa italiana del 2022 sostiene il progetto ‘Mobilità sociale’ per i pazienti oncoematologici, come si legge in una nota diffusa da Bms.

Giunta alla settima edizione, la 'Country 2 Country 4 Cancer' ('da Paese a paese per il cancro') si svolge dal 2 al 19 settembre e vede la partecipazione di 6 team, con oltre 90 dipendenti di Bms, che percorreranno le strade di 5 Paesi europei, da Monaco a Londra, per un totale di 2.200 km. La distanza coperta da ogni partecipante è di 360 Km in 3 giorni. “Quest’anno i fondi che raccoglieremo con la tappa del team italiano saranno destinati a supporto del progetto ‘Mobilità solidale’ dell’Associazione italiana contro leucemie, linfomi e mieloma (Ail) – afferma Emma Charles, general manager Bristol Myers Squibb Italia -. Circa mezzo milione di persone convivono oggi in Italia con una forma di tumore del sangue. Queste patologie hanno un impatto molto forte sulla vita dei pazienti e delle loro famiglie, perché i percorsi di cura complessi prevedono lunghi periodi di ospedalizzazione. I pazienti devono spesso affrontare difficoltà pratiche, come gli spostamenti verso i centri di cura specializzati, in molti casi lontani dalla città di residenza”.

La mobilità sanitaria – si legge nella nota – riguarda migliaia di pazienti ematologici, spesso pediatrici, e il peso economico di questo fenomeno ricade totalmente sui pazienti e sulle famiglie.

“La diagnosi di un tumore del sangue ha sempre un forte impatto sulla vita del paziente e di chi gli sta vicino – afferma Pino Toro, presidente nazionale Ail -. Oltre allo sconvolgimento emotivo, il malato deve anche affrontare una serie di difficoltà pratiche, non ultime quelle legate a un eventuale spostamento per seguire le terapie. La missione della nostra Associazione è, da oltre 50 anni, stare vicino ai pazienti fornendo loro un sostegno dal momento della diagnosi e per tutto il percorso di cura, spesso lungo e faticoso. Infatti, oltre a gestire l’impatto che la malattia ha sulla loro vita – continua Toro – pazienti e caregiver devono spesso affrontare anche la difficoltà e il costo degli spostamenti presso i Centri di cura altamente specializzati per seguire terapie innovative, trapianti e riabilitazione”.

Come ricorda il presidente Ail, i pazienti “più fortunati possono trovare” riferimenti deguati “vicino casa ma, in tanti casi, il centro ematologico di riferimento si trova a molti di chilometri di distanza. Si tratta di viaggi spesso complicati e onerosi, tra città e regioni anche molto distanti tra loro. Anche grazie all’iniziativa Country 2 Country 4 Cancer promossa da Bristol Myers Squibb, Ail, con il progetto ‘Mobilità solidale’, riesce a fornire dal 2019 un sostegno economico ai pazienti e ai loro famigliari per poter affrontare con serenità il percorso di cura lontano da casa”.

“La ‘Country 2 Country 4 Cancer’ – osserva la General manager di Bms – non è una gara, ma una vera e propria esperienza di squadra che testimonia il profondo impegno di Bristol Myers Squibb per i pazienti che ci ispirano ogni giorno in tutto ciò che facciamo e sono al centro della nostra missione che da sempre è quella di scoprire, sviluppare e rendere disponibili farmaci innovativi per combattere contro gravi malattie”. Dalla prima edizione nel 2016, hanno partecipato all’iniziativa europea più di 450 dipendenti dell’azienda e sono stati raccolti circa 2 milioni di dollari a favore dei pazienti oncologici. Per supportare i ciclisti nella raccolta fondi, si può visitare il sito www.uicc.org/c2c4ceu oppure seguire la corsa su Linkedin (#C2c4c).