Oncoematologia pediatrica Padova: l'argilla come terapia

Bnz

Padova, 19 dic. (askanews) - Modellare un semplice pezzo di argilla può migliorare la qualità della vita di un bimbo ricoverato in ospedale, regalandogli un sorriso e momenti di spensieratezza durante la degenza. A volte basta poco per donare gioia. E questo è l'obiettivo della Fondazione Lene Thun, Onlus altoatesina che il giorno 16 dicembre ha inaugurato la seconda opera collettiva realizzata dai "piccoli artisti" durante i laboratori permanenti di ceramico-terapia all'interno dell' Ospedale. Alle 14.30 i bimbi hanno svelato l'opera insieme a Paola Tamanini e Valentina Campana, referenti della Fondazione Lene Thun Onlus, Caterina Vinante, ceramista della Onlus accompagnata dal team dei volontari.

In rappresentanza della struttura ospedaliera, oltre allo staff e al personale medico ospedaliero di reparto, erano presenti alla cerimonia inaugurale Alessandra Biffi, Direttrice della Clinica di Oncoematologia Pediatrica e Laura Sainati, Dirigente medico.

"Ringrazio di cuore la Fondazione Lene Thun per questa iniziativa - ha sottolineato Biffi, "I laboratori permanenti di ceramico-terapia rappresentano per i bambini ospedalizzati un'importante momento di svago e di supporto alla terapia, favorendo l'attività di cura da parte del personale medico-ospedaliero".

"La ceramico-terapia offerta dalla Fondazione attraverso la disponibilità di ceramisti e volontari qualificati - ha proseguito Sainati - oltre a donare spensieratezza e stimolare la creatività dei bimbi, permette la realizzazione di forme tridimensionali di grande valore: piccole opere che per i bimbi diventano risultato concreto e tangibile delle loro capacità in un momento di grande difficoltà".