Oncologia, dal 13 ottobre a Catania Congresso Aieop

Cro-Mpd

Roma, 6 ott. (askanews) - Nuovi farmaci, terapie innovative come i CAR-T o la terapia genica della talassemia, sperimentazione clinica e ricerca di laboratorio. Sono questi i temi principali afferenti alla sfera dell'oncologia e dell'ematologia del bambino e dell'adolescente che saranno al centro del dibattito del XLIV Congresso Nazionale medico e infermieristico di AIEOP (Associazione Italiana Ematologia e Oncologia Pediatrica), in programma dal 13 al 15 ottobre prossimi al Monastero Benedettino di Catania.

AIEOP è la società scientifica nazionale che da oltre 40 anni rappresenta l'oncologia pediatrica italiana, con all'attivo oltre 550 soci (medici, biologi, ma anche radioterapisti, chirurghi pediatri, infermieri, psico-oncologi, fisioterapisti) e 50 centri distribuiti su tutto il territorio nazionale, dedicati alla cura dei bambini/adolescenti affetti da malattie di tipo oncologico, ematologico e immunologico.

Durante la tre giorni ci sarà spazio anche per permettere ai giovani ricercatori di presentare il loro lavoro a un'ampia platea, mentre gli infermieri avranno sessioni a loro dedicate per approfondire il delicato rapporto tra assistenza diretta ai pazienti e ricerca clinica. Si parlerà inoltre della qualità della vita durante e dopo le cure. In particolare, durante la sessione congiunta medici-infermieri, che chiuderà il congresso, si discuterà della vita dei pazienti adolescenti, con particolare riferimento all'affettività e alla sessualità durante e dopo la chemioterapia.

Infine, verrà affrontato il problema degli effetti a lungo termine del trattamento chemio-radioterapico: riflettori puntati, in particolare, sul cosiddetto Passaporto del Guarito, uno strumento creato per gestire la sorveglianza dello stato di salute dei pazienti guariti, reinseriti nella società civile e nella vita lavorativa.

(Segue)