Online “AMICI We Care 2.0”, piattaforma al servizio dei pazienti

featured 1602207
featured 1602207

Roma, (askanews) – Dalla prenotazione di esami di laboratorio alla possibilità di teleconsulti gratuiti con diversi specialisti fino al monitoraggio a distanza grazie all’ausilio di dispositivi indossabili d’avanguardia e certificati. Sono alcune delle funzionalità offerte da “AMICI We Care 2.0”, la prima piattaforma digitale di supporto ai pazienti, sviluppata da AMICI Onlus, associazione di riferimento per le persone con malattie infiammatorie croniche intestinali (MICI), soprattutto il Morbo di Crohn e la Colite ulcerosa, che oggi in Italia sono oltre 250mila.

La piattaforma, presentata in un evento al Senato su iniziativa della Sen. Maria Alessandra Gallone, Presidente dell’Intergruppo Parlamentare MICI, mira a promuovere un modello di salute partecipata sfruttando le opportunità offerte dal digitale come spiega il direttore generale dell’Associazione Nazionale AMICI Onlus Salvatore Leone: “Come sempre tutto quello che facciamo nella nostra associazione nasce dall’analisi di quello che ci dicevano i pazienti, dalla valutazione di quelli che potevano essere i loro bisogni inespressi e dalla percezione che probabilmente bisognava fare qualche cosa di diverso e andare nella direzione di una sanità digitale. Il paziente viene accolto in un ambiente nel quale gli vengono forniti tutta una serie di servizi che vanno dalla telemedicina, dal teleconsulto, dal test di tecnologia indossabile perché andiamo nella direzione di un paziente che deve essere monitorato da remoto. L’obiettivo finale del percorso iniziato oggi – conclude Leone – è trovare una cura definitiva di queste patologie. E questo può avvenire solo mettendo a disposizione della comunità scientifica una grossa mole di dati aggregati che ci permetteranno di trovare una cura”.

“AMICI We Care 2.0” offrirà quindi un’enorme quantità di dati utili anche a supportare le scelte dei decisori. Un aspetto evidenziato dal sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri: “Laddove c’è questo matrimonio tra scienziati e associazioni di pazienti nascono le idee più semplici, più democratiche, più fruibili da parte di coloro che ne hanno bisogno. Nell’innovazione del nuovo Servizio sanitario nazionale le informazioni hanno un ruolo fondamentale perché le informazioni che ricevi servono anche per programmare, per poter strutturare quelle risposte per una sanità che non è statica ma è in continua evoluzione”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli