Online bando per finanziare micro imprese e startup "Made in Roma"

Red/Cro/Bla

Roma, 11 nov. (askanews) - Un rilancio del tessuto socio-economico delle aree a rischio disagio capitoline a partire dall'imprenditoria locale. È lo scopo del bando dedicato alle micro e piccole imprese e startup che forniscono servizi o producono beni "Made in Roma", online da oggi.

Il provvedimento mette a disposizione - attraverso l'utilizzo di fondi residuali concessi dalla legge n. 266/1997, ex art. 14 - uno stanziamento di 500.000 euro per i progetti presentati da imprese da costituire, e di 320.000 euro per quelli di realtà già esistenti, la cui sede sia ubicata in una delle 64 aree cittadine a rischio svantaggio economico e sociale. Beneficiarie dei finanziamenti, ad esempio, le nuove aziende di San Basilio e Torpignattara, Spinaceto e Acilia, Primavalle, Labaro.

Il bando è aperto alle aziende che intendano acquistare beni materiali e immateriali a utilità pluriennale, quali studi di fattibilità, progettazioni esecutive, acquisto brevetti, registrazione del marchio e realizzazione del sito web aziendale, sistemi e certificazioni di qualità e ambientali, ricerca e sviluppo. Ma anche spese di ristrutturazione e ammodernamento dei locali, sistemi informativi integrati per l'automazione, impianti automatizzati o robotizzati, software e misure per la messa in sicurezza. Tra questi ultimi, in particolare, saranno finanziati investimenti specifici volti allo smaltimento e riciclaggio dei rifiuti e alla riduzione dei consumi idrici-energetici.

(segue)