OnlyFans non vieterà più i contenuti sessualmente espliciti, il tweet

·2 minuto per la lettura
contenuti espliciti
contenuti espliciti

Il sito OnlyFans, noto in particolare per i suoi contenuti porno a pagamento, ha deciso di non vietare più la diffusione di contenuti sessualmente espliciti a partire dal 1° ottobre 2021, come invece aveva recentemente annunciato.

OnlyFans, il tweet che annuncia la sospensione del cambiamento di politica

Nei giorni scorsi, OnlyFans si era detto pronto a vietare i contenuti sessualmente espliciti presenti sul suo sito a partire dal 1° ottobre. Nella giornata di mercoledì 25 agosto, tuttavia, la decisione è stata revocata: il dietrofront è stato reso noto attraverso la pubblicazione di un post sull’account Twitter di Only Fans che riporta il seguente messaggio:

Grazie a tutti per aver fatto sentire le vostre voci.

Abbiamo ottenuto le garanzie necessarie per sostenere la nostra comunità di creatori diversi e abbiamo sospeso il cambiamento di politica previsto per il 1° ottobre.

OnlyFans è sinonimo di inclusione e continueremo a fornire una casa per tutti i creatori.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

OnlyFans: sospeso il cambiamento di politica, nessun divieto per i contenuti espliciti

Le garanzie e le rassicurazioni ottenute da OnlyFans, indispensabili per supportare da un punto di vista economico i suoi creatori, quindi, includono anche i creatori di contenuti sessualmente espliciti. Una simile svolta ha spinto il servizio a non procedere con i cambiamenti precedentemente comunicati.

Del resto, dopo aver palesato la volontà di bloccare i contenuti sessualmente espliciti, OnlyFans aveva ricevuto innumerevoli critiche, specialmente da parte di tutti quei creatori per i quali il servizio rappresenta un’importante – se non la principale – fonte di reddito.

A questo proposito, durante un’intervista al Financial Times, il CEO di OnlyFans, Tim Stokely, aveva dichiarato: “Non avevamo scelta, e la risposta breve è che la colpa è delle banche”.

OnlyFans, le critiche ricevute dai creatori per il cambiamento di politica

La scelta di bloccare i contenuti sessualmente espliciti inizialmente sostenuta da OnlyFans era principalmente dovuta alla necessità di modificare le regole del servizio per incontrare il favore dei finanziatori e convincere potenziali investitori. Queste figure, infatti, non avevano intenzione di entrare in affari con un sito che diffonde contenuti espliciti e pornografiche che, talvolta, potrebbero dare vita a serie implicazioni legali ed etiche.

L’iniziativa, poi revocata mercoledì 25, aveva portato molti creatori a cancellare dalla piattaforma contenuti che sarebbero presto stati vietati e a eliminare i propri account per dirigersi verso altre piattaforme streaming e siti. In questo contesto, inoltre, non è certo che i creatori decidano di tornare sui propri passi, come fatto da OnlyFans, e non sperimentare altre possibilità.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli