Onu, avvocato kirghiso Ashurov vince premio Nansen dell'Unhcr -3-

Red/Coa

Roma, 2 ott. (askanews) - Le donne sono state colpite in modo sproporzionato, spesso rimaste prive di cittadinanza dopo essersi sposate e stabilite al di fuori del proprio Stato prima della dissoluzione dell'Unione Sovietica e dell'istituzione delle nuove frontiere. Per effetto dell'ereditarietà delle leggi sulla cittadinanza, il loro status di apolidi è stato trasmesso ai loro figli.

Spinto dalla difficile esperienza vissuta dalla sua stessa famiglia di acquisire la cittadinanza dopo essere arrivata dall'Uzbekistan all'indomani della dissoluzione dell'URSS, nel 2003 Azizbek Ashurov ha contribuito a fondare FVLWB per offrire consulenza e assistenza legali gratuite a sfollati vulnerabili, apolidi e persone prive di documenti d'identità nelle regioni meridionali del Kirghizistan.

"Non riesco a non intervenire ogniqualvolta sono testimone di un'ingiustizia", ha dichiarato Azizbek Ashurov. "L'apolidia è un'ingiustizia. Gli apolidi non sono riconosciuti da alcuno Stato. Sono come fantasmi. Esistono fisicamente, ma non sulla carta". (Segue)