Onu: oltre 7 mld Usd incassati da trafficanti di migranti nel 2016

Sim

Roma, 13 giu. (askanews) - Almeno 2,5 milioni di migranti in tutto il mondo hanno fatto ricorso alle organizzazioni dei trafficanti per attraversare le frontiere nel 2016, garantendo loro oltre 7 miliardi di dollari di profitto, cifra pari alla spesa di Stati Uniti e Unione europea per gli aiuti umanitari. E' quanto si legge nello studio pubblicato oggi dall'Ufficio Onu sulle droghe e il crimine (Unodc), che ha tenuto a precisare come si tratti di un'indagine incompleta alla luce di un'attività che si svolge, per definizione, in clandestinità.

Sono state circa 30 le rotte usate nel 2016 dai migranti e dai loro trafficanti in Europa, Africa, Nord America e Asia. Il flusso più consistente, tra 735.000 e 820.000 persone, ha raggiunto l'America del Nord; quindi circa 480.000 persone si sono mosse dall'Africa subsahariana al Nord Africa, mentre altre 375.000 hanno preso le rotte marittime nel Mediterraneo.

Questo traffico illecito di i migranti "segue le stesse dinamiche di altri mercati transnazionali della criminalità organizzata", rispondendo alla legge dell'offerta e della domanda, viene rimarcato nello studio.

Questo traffico ha i suoi hub regionali come Agadez, in Niger, lungo la rotta tra Africa occidentale e Nord Africa, diverse città al confine tra Etiopia e Kenya e la maggior parte delle principali capitali. Molti migranti muoiono su queste rotte, con il Mediterraneo che si conferma come la più mortale, "con circa il 50% del numero complessivo di decessi".

(fonte Afp)