Opel Grandland X Hybrid 4 2020: potenza e marcia del plug-in tedesco

Opel Grandland X

Opel Grandland X Hybrid 4, un nome che sembra un codice segreto per un modello di auto innovativo. Stiamo parlando del plug-in di Opel. Per la prima volta la casa automobilistica tedesca sceglie di puntare sull’elettrificazione di un modello di auto grande ed affascinante. Si tratta di un progetto ambizioso che vedrà la luce nel 2020. Eccoci dunque pronti a guidare questa auto, che sarà ovviamente ibrida e che andrà ad abbracciare l’ecologia che sta tanto a cuore in questo periodo. Il tutto, senza perdere la comodità e l’affidabilità tipiche del marchio Opel.

Opel Grandland X Hybrid 4

La caratteristica principale di questo suv abbiamo già evidenziato che è il motore. Mettiamo un punto dunque alla benzina, ormai si punta all’elettrico. Grandland X è da sempre riconoscibile per il suo essere un suv che sa darsi un tono. Saprà farlo anche in versione ecologica con la sua versione ibrida? Certo che sì.

Un suv è per sua natura avventuroso e questo modello ammiraglio a ruote alte del costruttore tedesco non fa eccezione. Si tratta infatti del primissimo modello ibrido di tutta la storia Opel e va ad aprire la strada già al Salone del mobile di Francoforte dell’anno 2019, quasi agli sgoccioli ma pieno di promesse di un futuro allettante per il 2020.

Cosa dovremo dunque aspettarci da questo Suv?

Un ibrido apristrada

Opel Grandland X Hybrid 4 è il prototipo del plug-in per la casa del Fulmine. Detto questo, Opel non si fa certo cogliere impreparata e fa un lavoro splendido. Sotto il cofano, il plug-in parte con un motore 1.6 turbo a benzina capace di sprigionare fino a 200 cv di potenza. Il cambio inoltre è automatico e ha 8 rapporti.

La potenza generale di sistema va ad ammontare a ben 300 cv in totale, grazie a due propulsori elettrici ausiliari che vanno a scaricare l’energia, uno sull’asse posteriore e l’altro sulle ruote anteriori. Grandland X PHEV si dimostra innovativa perché grazie a questo sistema tecnologico simula una trazione integrale on-demand che risponde ad un codice, e-AWD.

Le modalità di guida che offre questo suv ibrido sono quattro: la modalità elettrica, quella ibrida, quella con la trazione integrale di cui parlavamo poco fa e quella sportiva.

L’autonomia a zero emissioni è di 50 km, possibile grazie al pacco di batterie da 13,2 kWh, ed il prezzo si dovrebbe aggirare intorno ai 40.000 euro.

Cifre green anche con l’ecobonus

Il suo essere ibrida risulta essere per Opel Grandland X Hybrid 4 ed il suo proprietario un grosso vantaggio anche per quanto riguarda i consumi. Questo plug-in ha un ciclo misto paragonabile alla Peugeot 3008 Hybrid 4 che è sempre degli stessi grossi proprietari.

I consumi sono fantastici, di solo 2,2 l/100 km e le emissioni lo sono altrettanto, espirando solo 49 g/km di anidride carbonica. Un successo per l’ambiente ma anche per le nostre tasche, visto che accederemo così all’ecobonus di seconda fascia, ammesso e non concesso che questo esista ancora anche nel 2020.

Le batterie sono ricaricabili in meno di 2 ore, 1, 50 minuti per la precisione grazie ad un wallbox domestico, ma se siamo in escursione non abbiamo di che preoccuparci grazie al caricatore di bordo di serie da 3,3 kW, aumentabile con l’upgrade da 6,6 kW.