Open Arms, Ass. Consiglieri di Stato: tutelare collega Tar Lazio

Red/Gtu

Roma, 21 ago. (askanews) - L'associazione dei magistrati del Consiglio di Stato esprime "piena e profonda solidarietà al collega del Tar Lazio, destinatario di parole del tutto scomposte e inaccettabili, che nulla hanno a che vedere con il diritto di critica, all'indomani dell'emissione del decreto cautelare n. 5479 del 14 agosto 2019, da parte del Tar Lazio". E "desta allarme e preoccupazione il fatto che tali parole - con le quali il senatore Gasparri arriva persino ad augurare 'la galera' all'estensore della decisione - siano state pronunciate da un parlamentare di lungo corso, già ministro della Repubblica, attraverso un uso dei social avventato e diseducativo".

"Questa Associazione - concludono i magistrati - aderisce pienamente alla richiesta di intervento a tutela del prestigio e dell'indipendente esercizio della giurisdizione, chiesta da quasi 100 magistrati amministrativi e si farà portavoce di tale istanza affinché il Consiglio di Presidenza della giustizia amministrativa apra una pratica a tutela del collega, alla ripresa dei lavori".