Open Arms: Conte, Di Maio e Lamorgese tra testi difesa Salvini, il 15 il via al processo/Adnkronos (2)

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Tra i testi anche l'ex segretaria generale del Ministero degli Esteri e oggi a capo del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza italiano dal governo Draghi, Elisabetta Belloni. Oppure l'ambasciatore Maurizio Massari, rappresentante permanente dell'Italia all'Unione Europea, che ha già testimoniato nell'udienza preliminare per la vicenda Gregoretti a Catania, in cui per Salvini, però, a differenza del caso Open Arms il gup ha deciso il non luogo a procedere. Secondo la difesa di Salvini questi temi di prova dovrebbero dimostrare "cosa è avvenuto a Catania" con il caso Gregoretti, ma anche "nella politica europea sulla redistribuzione dei migranti" perché secondo i legali di Salvini "Conte e Moavero stavano cercando la redistribuzione dei migranti a bordo, dunque non era una attesa finalizzata al sequestro di persona ma alla redistribuzione degli stessi".

Nella lunga lista testi, su cui si dovrà esprimere il Tribunale, anche rappresentanti dell'Unione europea, come il Commissario europeo che dovrà spiegare quali fossero le iniziative assunte dall'Ue in quel periodo. E ancora l'ex premier maltese Joseph Muscat oltre al vicepresidente del Consiglio di presidenza in Libia, "che riferirà degli accordi tra le autorità italiane e libiche". Tra i temi di prova della difesa, quello di "provare le violazioni dell'imbarcazione della ong Open Arms", ma anche "di mostrare che i migranti furono sempre assistiti", di "provare che non c'era competenza dell'Italia e che si stava aspettando la redistribuzione dei migranti".

Anche la Procura di Palermo, come apprende l'Adnkronos, ha quasi finito la lista dei testi. Ci sono diversi politici del tempo, poiché durante l'udienza preliminare la difesa aveva depositato i verbali della loro deposizione all'udienza di Catania. Tra questi, con ogni probabilità. il ministro Luigi DI Maio e la ministra Lamorgese. L'accusa è rappresentata dal Procuratore Francesco Lo Voi e dall'aggiunta Marzia Sabella, con un pool di pm. Saranno sentiti anche diversi funzionari del Ministero dell'Internoi.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli