Open Arms: Conte, Di Maio e Lamorgese tra testi difesa Salvini, il 15 il via al processo/Adnkronos (3)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Tra i 31 testimoni chiamati dalla difesa Salvini, come risulta all'Adnkronos, ci sono anche coloro che hanno fatto anche le informative in quel periodo dell'estate 2019 e che parteciparono alle operazioni. Secondo i legali il tema è capire se la Open Arms era veramente "in difficoltà" o se si stava "facendo una operazione di immigrazione clandestina". La difesa tenterà a dimostrare che il provvedimento di divieto emesso dal Governo e dal ministro di allora Salvini era "giustificato". Citato anche l'ex capo di gabinetto di Salvini, l'attuale Prefetto di Roma Matteo Piantedosi. O il questore di Agrigento Maria Rosa Iraci, così come i medici che riferirono delle condizioni dei migranti sulla Open Arms.

O, ancora, alcuni funzionari dell'Avvocatura dello Stato. La difesa proverà a dimostrare e individuare "le varie violazioni fatte da Open Arms". Perché ci sarebbero "una serie di prove da cui si vede che non c'erano pericoli ma accordi". Chiamati sul banco dei testimoni, come apprende l'Adnkronos, anche il dirigente della Squadra mobile di Agrigento Giovanni Minardi. Che dovrà raccontare "dove sono andati a finire i migranti" e che alcuni "erano indagati". E del "pericolo di infiltrazioni di cellule terroristiche". E, ancora, Vanessa Franzier, l'Ambasciatrice della Repubblica di Malta, perché "anche Malta aveva individuato delle violazioni della nave".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli