Open Arms, Conte scrive una lettera a Salvini: “Sleale collaborazione”

giuseppe conte lettera

La nave della ong tedesca Open Arms si trova in acque territoriali nonostante il divieto firmato dal ministro degli Interni Matteo Salvini. Infatti, nella notte è giunta notizia della mancata convalida del divieto da parte del ministro Trenta: la ong non può sbarcare, ma si trova a poche miglia da Lampedusa. In tarda mattinata, nel giorno di Ferragosto, il premier Giuseppe Conte ha scritto una lunga lettera indirizzata al vicepremier leghista. Su Facebook esprime il suo disappunto nei confronti del comportamento di Salvini verso lo sbarco dei 32 migranti minorenni chiesto da Trenta.

Conte scrive una lettera a Salvini

Giuseppe Conte apre la lettera con un tono formale e colloquiale al tempo stesso: “Gentile Ministro dell’Interno, caro Matteo”. Poi spiega il motivo della pubblicazione del comunicato su Facebook: “Il caso della nave Open Arms domina ormai le prime pagine dei giornali” scrive il premier “e allora tanto vale renderla pubblica all’origine, per migliore trasparenza anche nei confronti dei cittadini“. Nei giorni scorsi il presidente del Consiglio dei ministri, (come ricorda in questa lettera), aveva invitato Matteo Salvini “nel rispetto della normativa in vigore, ad adottare con urgenza i necessari provvedimenti per assicurare assistenza e tutela ai minori presenti nell’imbarcazione”. Tuttavia, nelle ultime ore Conte ha potuto constatare un comportamento che ritiene “un chiaro esempio di sleale collaborazione, l’ennesima a dire il vero, che non posso accettare”.


Poi continua: “Siamo ormai agli sgoccioli di questa nostra esperienza di governo. Abbiamo lavorato fianco a fianco per molti mesi. Ho sempre cercato di trasmetterti i valori della dignità del ruolo che ricopriamo e la sensibilità per le istituzioni che rappresentiamo. La tua foga politica e l’ansia di comunicare, tuttavia, ti hanno indotto spesso a operare “slabbrature istituzionali”, che a tratti sono diventati veri e propri “strappi istituzionali”. Rispetto a questo tema, conclude: “Hai alle spalle e davanti una lunga carriera politica. Molti l’associano al potere. Io l’associo a una enorme responsabilità“.

Open Arms, l’Europa pronta all’accoglienza

“Un ultimo aggiornamento sulla vicenda Open Arms” conclude il premier. “Francia, Germania, Romania, Portogallo, Spagna e Lussemburgo mi hanno appena comunicato di essere disponibili a redistribuire i migranti. Ancora una volta i miei omologhi europei ci tendono la mano”.