**Open arms: Fratoianni, 'giudizio politico su Salvini definitivo da cittadini, non da giudici'**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 17 dic. (Adnkronos) – "Il mio giudizio su Salvini è un giudizio sulle scelte politiche". Nicola Fratoianni ribadisce la sua opinione sulla vicenda Open arms che vede protagonista Matteo Salvini, in occasione della nuova tappa del processo al leader della Lega ai tempi in cui era ministro dell'Interno.

"Il mio giudizio politico è quello sulle scelte fatte contro i migranti e le associazioni non governative che si sono assunte un ruolo troppo spesso di supplenza rispetto all'assenza degli Stati. Quello è un giudizio compiuto e definitivo, molto convinto -premette il segretario di Sinistra italiana all'Adnkronos-. Sul resto, non faccio il lavoro degli altri, della magistratura. C'è un processo, ci si difende nel processo e non dal processo. Quando il processo arriverà al termine ciascuno sarà libero di fare le sue valutazioni".

Salvini continua però a parlare di processo politico, ha visto? "C'è un giudizio politico sulle scelte di Salvini, non è il giudizio dei giudici. E' della politica, dei cittadini, delle persone che osservavano impotenti l'uso della forza dello Stato, del potere, contro persone inermi che rischiavano la vita nel Mediterraneo e che quando venivano salvate avevano il diritto di essere accompagnati in un porto sicuro, che era l'Italia", spiega Fratoianni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli