Open Arms, Gasparri sul caso Salvini: “Più complesso della vicenda Gregoretti”

open arms giunta

Si è tenuto nella mattinata di giovedì 6 febbraio la prima riunione della Giunta per le immunità del Senato per valutare il caso Salvini relativo a Open Arms. Maurizio Gasparri, a tale riguardo, ha ricordato che la vicenda risulta più complessa del caso Gregoretti. Comunque, assicura che la Giunta “farà una valutazione di ordine giuridico e non di appartenenza politica”. Il processo è fissato al 17 febbraio 2020, ma Salvini non ha ancora assicurato la sua presenza in Aula.

Open Arms, Giunta valuta Salvini

Matteo Salvini aveva impedito lo sbarco a oltre cento migranti a bordo della nave spagnola Open arms lo scorso agosto: la Giunta ha valutato il caso. Maurizio Gasparri, al termine dell’incontro ha rivelato ai giornalisti che la vicenda sembra più complessa del caso Gregoretti. “È più complesso perché – ha spiegato – nelle carte c’è anche uno scambio di lettere tra il presidente del Consiglio e l’allora ministro dell’Interno nel periodo di Ferragosto, che coincise con una fase politica accesa. Bisognerà quindi anche valutare ciò che è avvenuto, ci sono dei fatti più articolati”. La Giunta, quindi, “farà una valutazione di ordine giuridico e non di appartenenza politica. Dobbiamo entrare nel merito della vicenda e il relatore deve esaminare i fatti e proporre una interpretazione dei fatti alla luce delle norme”.

Matteo Salvini, ricordiamo, sarebbe accusato di sequestro di persona aggravato e rifiuto di atti d’ufficio. “Ho illustrato la richiesta dell’accusa – ha riferito Gasparri ai giornalisti -, che ritiene siano state violate una serie di norme in riferimento ai minori e agli altri migranti, che poi sbarcarono dalla Open arms il 20 agosto. Ho riassunto il contenuto di circa 110 pagine”.