Open Arms a Lampedusa, disposto il sequestro e l'evacuazione

Open Arms, la Procura sequestra la nave e ordina l'evacuazione

Dopo 19 giorni di stallo, la nave dell’ong Open Arms è arrivata al porto di Lampedusa. La Procura di Agrigento, infatti, ha disposto il sequestro preventivo della nave e l'evacuazione immediata dei 79 migranti a bordo.

I profughi della Open Arms hanno alzato il pugno e si sono abbracciati durante le manovre di attracco. Dal molo gli attivisti hanno fatto un lungo applauso e urlato "benvenuti". Alcuni hanno intonato anche la canzone “Bella ciao”.

“Finalmente l’incubo finisce, le persone rimaste riceveranno assistenza immediata in terra”, questo il messaggio pubblicato sui social da Open Arms che ha commentato così la decisione della Procura.

Oltre all'inchiesta per sequestro di persona avviata nei giorni scorsi sulla base di esposti della ong spagnola, i magistrati hanno aperto un fascicolo a carico di ignoti per omissione e rifiuto di atti d'ufficio.

VIDEO - Javier Bardem, appello per Open Arms



Il reato, previsto dall'articolo 328 del codice penale, punisce "il pubblico ufficiale o l'incaricato di un pubblico servizio, che indebitamente rifiuta un atto del suo ufficio che, per ragioni di giustizia o di sicurezza pubblica, o di ordine pubblico o di igiene e sanità, deve essere compiuto senza ritardo, è punito con la reclusione da sei mesi a due anni".

Il sequestro preventivo dell'imbarcazione è stato disposto "per evitare che il reato sia portato a ulteriori conseguenze". Il fascicolo sarebbe a carico di ignoti: i magistrati stanno ricostruendo la catena di comando per risalire a chi ha impedito lo sbarco dei profughi che, dopo la decisione dei pm, verranno fatti scendere a terra.

LEGGI ANCHE: Open Arms, la svolta: i migranti in Spagna

Matteo Salvini, in una diretta Facebook dal suo studio del Viminale, ha detto: "La Procura supera un'indicazione che non viene tanto dal ministero ma che viene dal popolo, dalla legge".

"Qualcuno si sta già portando avanti nel nome di un governo dell'inciucio che vuole riaprire i porti”, continua il leghista. “Ma finché campo difenderò i confini del mio Paese. Molto probabilmente mi arriverà un'altra denuncia, perché la Procura di Agrigento ha aperto un procedimento 'contro ignoti' per abuso d'ufficio. Sono curioso di sapere come si chiameranno questi ignoti, credo Matteo Salvini".