Open Fiber: a Imola già collegate 24 mila unità immobiliari

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 30 mar. (Adnkronos) – I servizi innovativi disponibili sulla rete in fibra ottica Ftth (Fiber To The Home, fibra fino a casa) sono già disponibili a Imola. Open Fiber, che ha investito 8 milioni di euro per la posa dell’infrastruttura a banda ultra larga in città, ha infatti ormai concluso il cablaggio di circa 24mila unità immobiliari del territorio. La domanda di servizi a banda ultra larga è in forte crescita e il tasso di attivazioni è cresciuto di un ulteriore 20% rispetto allo scorso anno. L’Ftth abilita velocità di connessione fino a 1 Gigabit per secondo e garantisce una connettività stabile e altamente affidabile, requisito oramai indispensabile per i servizi necessari quali lo smart working e la didattica a distanza a causa della pandemia globale.

Open Fiber è un operatore wholesale only, realizza l’infrastruttura e la mette a disposizione di tutti gli operatori nazionali e locali partner a condizioni tecniche ed economiche non discriminatorie che stanno quindi già commercializzando servizi sulla rete ultraveloce realizzata ad Imola: qualora i cittadini vogliano richiedere l’attivazione, occorre quindi verificare sul sito www.openfiber.it la copertura del proprio civico, scegliere il piano tariffario preferito e contattare uno degli operatori presenti per poi iniziare a navigare ad alta velocità.

Il progetto di posa dell’infrastruttura a banda ultra larga procede senza sosta in tutta l'Emilia Romagna, dove la società sta mettendo a terra investimenti complessivi pari a oltre 550 milioni di euro.