Open, tribunale riesame respinge ricorso Carrai contro sequestri

Luc

Roma, 21 dic. (askanews) - Il tribunale del riesame di Firenze ha respinto il ricorso contro i sequestri di documenti e supporti informatici effettuati dalla guardia di finanza nel corso della perquisizione all'imprenditore Marco Carrai, indagato nell'ambito dell'inchiesta sulla fondazione Open. Lo rendono noto gli avvocati di Carrai, Massimo Dinoia e Filippo Ferri.

"Il Tribunale del riesame di Firenze ha respinto le nostre richieste ed ha riservato il deposito delle motivazioni di conferma in 45 giorni. E' un tempo inusuale, piuttosto sorprendente e francamente mai visto prima per situazioni simili, tanto più considerando che la tesi sottoposta a giudizio dalla difesa del signor Marco Carrai (e sostenuta dal conforto di tre illustri cattedratici) era limitata ad una questione di puro diritto, cioè se le asserite condotte ipotizzate nel decreto di sequestro costituiscano o no un reato. A nostro avviso e a quello dei tre esperti cattedratici, di cui uno ex presidente della Corte Costituzionale, No", osservano in una nota.