Operai morti nel Milanese, accertamenti di Ats e carabinieri

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 28 set. (askanews) - Si chiamavano Emanuele Zanin e Jagdeep Singh i lavoratori deceduti questa mattina nel campus Humanitas di via Rita Levi Montalcini a Pieve Emanuele (Milano). I due, che avevano rispettivamente 46 e 42 anni (quest'ultimo era di origine indiana), lavoravano per la ditta "Sol Group" di Monza e stavano ricaricando una cisterna di azoto liquido, utilizzato nei laboratori dell'università e per alimentare l'impianto antincendio.

Gli accertamenti sono condotti da personale dell'Ats insieme con i carabinieri, che stanno cercando di ricostruire l'esatta dinamica di quanto accaduto, verificando la corretta applicazione delle misure di sicurezza ed eventuali responsabilità.

"Profondo cordoglio e vicinanza alle famiglie delle due vittime del grave incidente di stamane" sono stati espressi dall'istituto clinico Humanitas, che ha anche spiegato di essersi "messa immediatamente a disposizione delle autorità per contribuire a chiarire la dinamica di quanto accaduto".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli