Operaia investita a Melfi muore in ospedale a Potenza

·2 minuto per la lettura

AGI - Rossella Mastromartino, l'operaia 36enne investita stamane nella zona industriale di Melfi da un pullman, è morta all'ospedale di Potenza, dove era ricoverata in gravissime condizioni.

Un autobus di linea con a bordo gli operai che avevano terminato il turno di notte, nei pressi della Lear Corporation, ha investito un'operaia di 36 anni che attendeva il proprio pullman. La giovane donna, di Melfi, è stata trasferita in elisoccorso in ospedale Potenza.

Il segretario generale della Fim Cisl Basilicata Gerardo Evangelista ha chiesto un intervento immediato delle autorità competenti per rendere sicura tutta la strada che costeggia le aziende dell'indotto Stellantis.

Il sindacalista lamenta la scarsa illuminazione della strada e degli attraversamenti pedonali per raggiungere le fermate dei bus: “Un mix di fattori che mette quotidianamente a rischio la vita delle lavoratrici e dei lavoratori che circolano a piedi per entrare e uscire dalle fabbriche”.

Il segretario della Fim richiama l'attenzione di tutti i soggetti interessati sul tema della salute e sicurezza alla luce dei troppi infortuni, dentro e fuori le fabbriche, che “continuano a mietere vittime e a devastare intere famiglie e affetti. I fatti gravissimi successi dall'inizio dell'anno segnalano una recrudescenza preoccupante del fenomeno infortunistico.” Per Evangelista “c'è bisogno di dare una scossa a questa situazione, non possiamo permetterci attese, e finiamola con la storia che non è mai colpa di qualcuno, sulla sicurezza chi ha responsabilità deve assumersele”.

"Il mio pensiero - afferma il presidente della Regione, Vito Bardi - va alla lavoratrice investita stamattina a Melfi e attualmente ricoverata in gravi condizioni all'ospedale San Carlo di Potenza. Seguirò personalmente e spingerò in tutte le sedi e presso tutti gli enti per potenziare l'illuminazione dell'area dove è avvenuto l'incidente, come hanno chiesto i sindacati, affinché non si ripetano più episodi analoghi".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli