Operaia morta sul lavoro nel Modenese: c'è un indagato

·2 minuto per la lettura
Laila El Harim (Foto social)
Laila El Harim (Foto social)

C'è un indagato per la morte di Laila El Harim, l'operaia di 40 anni inghiottita da un macchinario in un'azienda di imballaggi nel Modenese.

La procura di Modena avrebbe iscritto nel registro degli indagati il legale rappresentante dell'azienda, la Bombonette di Camposanto, produttrice di materiale per imballaggio.

Per la morte della donna, madre di una bimba di quattro anni, è stato aperto un fascicolo per omicidio colposo. L’iscrizione è un atto dovuto per chiarire la dinamica che ha portato l’operaia ad essere risucchiata dalla fustellatrice, un macchinario che serve per sagomare, e quindi tagliare con precisione, diversi tipi di materiale.

Per completare il quadro di accertamenti su quanto avvenuto, la procura modenese ha disposto il sequestro della macchina e l’autopsia sul corpo di Laila.

GUARDA ANCHE: Draghi ricorda Luana e altri "ben 5" lavoratori morti sul lavoro

Secondo una prima relazione che l'Ispettorato nazionale del Lavoro ha inviato al ministro Andrea Orlando, il macchinario era provvisto di un doppio blocco di funzionamento meccanico, "ma purtroppo - si legge - azionabile, da parte dell'operatrice, soltanto manualmente e non automaticamente. Ciò ha consentito un'operazione non sicura che ha cagionato la morte per schiacciamento".

Laila El Harim avrebbe compiuto 41 anni a giorni, era originaria del Marocco e da circa vent'anni era residente in Italia. Aveva un compagno dal quale aveva avuto una figlia quattro anni fa.

Alla Bombonette di Camposanto era regolarmente assunta da pochi mesi. Il giorno in cui Laila ha perso la vita, Laila era entrata in sede alle 5.50 per il turno di mattina, e poche ore dopo si è consumata la tragedia.

La dinamica in cui ha perso la vita la 40enne ricorda la morte di un’altra giovane operaia: la 22enne Luana D'Orazio, rimasta schiacciata in un orditoio in un’azienda pratese.

GUARDA ANCHE: Luana D'Orazio, la storia della ragazza morta sul lavoro a soli 22 anni

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli