Operaio edile si vendica per essere stato licenziato

operaio licenziato vendetta
operaio licenziato vendetta

Un operaio si è preso la sua personale vendetta per essere stato licenziato: ha distrutto gli edifici che lui stesso aveva contribuito a costruito con l’escavatore.

Operaio licenziato si vendica e distrugge tutto con l’escavatore

Un episodio sigolare quello che si è consumato a Rosseau Marina, nei pressi del lago Muskoka, nella regione dell’Ontario, in Canada. In questa zona, sono state recentemente costruite delle case di lusso per turisti facoltosi e amanti della natura e delle barche. La furia dell’uomo, però, ha coinvolto più di un edificio, e uno di questi è stato praticamente distrutto.

Il colpevole è un uomo di 59 anni, che si è preso la sua vendetta personale per aver perso il lavoro – a detta sua, ingiustamente. Ha utilizzato un escavatore per distruggere gli edifici che lui stesso aveva contribuito a costruire.

Le conseguenze dell’azione del 59enne

Una vendetta del genere costerà molto cara all’uomo, che è stato denunciato per aver causato danni per un valore superiore ai 5000 dollari canadesi (circa 4000 euro). In realtà, i danni totali potrebbero ammontare all’equivalente di circa 10 milioni di euro.

Geordie Newlands, titolare di un’altra azienda che opera nella zona, ha duramente condannato l’accaduto:

«Purtroppo la pandemia ha imposto tagli alle nostre imprese e la reazione di questo operaio è qualcosa di sconvolgente. I danni sono sicuramente ingentissimi, l’unica buona notizia è che nessuno si sia fatto male».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli