Operaio gravemente ferito sul lavoro: denunciato titolare dell’impresa

Operaio ferito lavoro denunciata impresa

Un operaio di 48 anni è rimasto gravemente ferito sul posto di lavoro e l’impresa in cui è impiegato è stata denunciata dai Carabinieri per lesioni e violazione delle norme di sicurezza.

Operaio ferito: denunciata l’impresa

L’uomo stava svolgendo il suo lavoro quando all’improvviso è precipitato da un muro dall’altezza di 5 metri ed è finito a terra. Sul posto, un’impresa di Bisignano (Cosenza), sono giunti immediatamente le forze dell’ordine e il 118 che l’ha trasportato in elisoccorso all’ospedale dell’Annunziata del capoluogo calabrese. I medici hanno sciolto la prognosi, in un primo momento riservata: questa prevede la guarigione entro trenta giorni.

I Carabinieri hanno denunciato il titolare dell’impresa, un 40enne, per lesioni personali colpose e violazione delle norme della sicurezza nei luoghi di lavoro. Dalle prime indagini da loro svolte insieme agli ispettori del lavoro, è emerso che l’uomo ferito lavorava in nero percependo contemporaneamente il reddito di cittadinanza. Parametro, il primo, che pare si verificasse anche per un altro operaio all’interno della stessa azienda.

A commissionare i lavori che la ditta stava effettuando, nello specifico il rifacimento di un muro di contenimento nella piazza del paese, era stato il Comune. Non tramite l’indizione di una gara, bensì con la procedura dell’affidamento diretto. Per questo al vaglio degli inquirenti ci sarà anche la posizione del capo tecnico dell’amministrazione di Bisgnano, che non avrebbe controllato le irregolarità dell’impresa.

Intanto i funzionari hanno posto il cantiere sotto sequestro e le sanzioni a carico della ditta calabrese ammonterebbero già a 5.000 euro.