Operazione Spring Tide: ecco il piano per l'elezione di re Carlo III

Operazione Spring Tide: ecco il piano per l'elezione di re Carlo III (Alastair Grant/Pool via REUTERS)
Operazione Spring Tide: ecco il piano per l'elezione di re Carlo III (Alastair Grant/Pool via REUTERS)

Si chiama "Spring Tide", cioè "marea di primavera", e nel Regno Unito in queste ore non si parla d'altro. Infatti, si tratta delle operazioni che dovrebbero portare all'elezione del principe Carlo come nuovo re d'Inghilterra, con il nome di Carlo III.

LEGGI ANCHE: Regno Unito in ansia per la regina Elisabetta

Anche questo piano sarebbe pronto da tempo, così come l'operazione "London Bridge", dedicata ai primi momenti dopo l'eventuale morte della regina Elisabetta II. Il piano è estremamente dettagliato e comprende anche l'eventualità di disordini pubblici qualora la bandiera non dovesse essere esposta a mezz'asta in segno di lutto entro dieci minuti dalla morte della sovrana.

LEGGI ANCHE: Regina Elisabetta, la madre morta a 102 anni

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Buckingham Palace: "i medici preoccupati per la salute di Sua Maestà"

L'operazione "Spring Tide" prevede anche come gestire l'arrivo degli eventuali turisti da tutto il mondo per assistere ai funerali. Inoltre, si prevede anche come prevenire eventuali attacchi terroristici.

Il piano è diviso in diverse giornate. Vi sono previsti in dettaglio tutti i potenziali scenari dei giorni successivi alla morte della Regina. In particolare, si prevede che il ministro della Difesa organizzerà il saluto ufficiale con i cannoni. Poi saranno proclamati due minuti di silenzio in tutto il Paese. Quindi il principe Carlo verrà incoronato Re. Attualmente si sostiene che sceglierà il nome di Carlo III, ma potrebbe anche optare per Giorgio VIII.

LEGGI ANCHE: Regina Elisabetta, scatta il piano "London Bridge": cos'è

Il cambio di nome è una tradizione della corona britannica. La regina Elisabetta la ruppe, ma la maggior parte di precedenti sovrani cambiarono tutti nome: la regina Vittoria, per esempio, si chiamava Alexandra.

Il principe Carlo ha già un'età avanzata ed è conosciuto in tutto il mondo con il suo nome. Da qui l'idea che non abbia intenzione di cambiarlo. Secondo quanto prevede la tradizione, dopo l'incoronazione i suoi figli dovranno baciare il suo anello. Tuttavia, l'incoronazione non avverrà subito, ma solo dopo qualche mese e alla presenza dell'arcivescovo di Canterbury. Una volta che sarà re, l'inno ufficiale verrà modificato da "God save the Queen" a "God save the King".

LEGGI ANCHE: Regina Elisabetta, allarme per salute: la famiglia a Balmoral

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Regina Elisabetta sta male, Bbc interrompe programmi